Curcuma

Curcuma

La curcuma è una spezia di origine orientale, di cui vengono importati sia i rizomi essiccati, sia la polvere, ricavata sempre dal rizoma.

Le piante appartenenti a questo genere (Zingiberaceae) sono utilizzate con scopi alimentari e officinali: la spezia più utile è la Curcuma longa o “zafferano delle Indie”.

Per il potere colorante (giallo-intenso), l’estratto di curcuma è utilizzato per bevande, prodotti da forno, gelati, biscotti e salse (contrassegnato dalla sigla E100).

In cucina, la curcuma si può utilizzare pura in polvere o in composizione con altre spezie (nel curry): è ideale per dare sapore a piatti di carne di bovino e di pollo, per insaporire il riso e come condimento per la verdura ed i cereali.

Nella curcuma sono contenuti diversi componenti: oli essenziali, sali minerali (rame, potassio, ferro e manganese), coloranti (curcuminoidi), vitamine (vitamina C e vitamina B6, oltre a riboflavina, niacina e colina) e la curcumina, il suo principio attivo, dalla spiccata azione stimolante della produzione della bile, antiinfiammatoria ed antiossidante.

Questa radice si impiega da oltre 5000 anni nella, medicina ayurvedica, come antiossidante, depurativo generale, digestivo, antinfiammatorio ed epatoprotettore.

Essendo l’obesità e il diabete malattie con una forte componente infiammatoria, gli studiosi hanno cercato di evidenziare effetti positivi e benefici anche in queste patologie.

La curcumina vanta, inoltre, proprietà cicatrizzanti: in India viene applicato il rizoma di curcuma per curare ferite, scottature, punture d’insetti e malattie della pelle.

Nella medicina ayurvedica, è molto utilizzata una bevanda a base di curcuma (golden milk), per rinforzare il sistema immunitario, contrastare infiammazioni e dolori articolari e regolarizzare l’intestino.

La pasta di curcuma, utilizzata come base del golden milk, si prepara facendo bollire 1/4 di tazza di curcuma in polvere, 1/2 tazza di acqua, 1/2 cucchiaio di pepe nero macinato, mescolando fino ad ottenere un impasto liscio e cremoso (la pasta si può conservare in frigorifero, in un barattolo con chiusura ermetica, per 1 mese).

Per ottenere il golden milk si uniscono 1/4 di cucchiaino di pasta di curcuma, 1 tazza di latte, 1 cucchiaino di olio di mandorle dolci o di cocco e si scalda, fino ad ottenere un composto denso che viene, poi, dolcificato con il miele.

 

 

 


Translate »